Fight Club
Palestra di Boxe Francese Savate Firenze

Anche in questa disciplina siamo stati coloro che per primi, nel lontano 1991, l’abbiamo portata a Firenze e abbiamo contribuito a diffonderla e promuoverla in tutta la Toscana.

La nostra scuola negli anni ha coronato negli anni diversi campioni italiani della disciplina, sia con uomini che con donne.

Attualmente siamo l’unica scuola a Firenze che diffonde e promuove la Boxe Francese Savate.

La Savate è uno sport da combattimento molto efficace, fluido ed elegante conosciuta anche con il nome di Boxe Francese Savate.

Per sue particolari caratteristiche è considerata anche un’arte marziale, e forse l’unica di origine occidentale. Infatti, oltre al conosciuto sport da ring, esistono altre discipline associate alla stessa Savate che ne arricchiscono le potenzialità, quali la Savate Self- Defence, la Savate boxe de rue, Canne Baton e Canne de Combat.

La storia narra che sia nata tra i porti di Marsiglia nella seconda metà del XVIII secolo, grazie al contributo di marinai che, in ritorno dall’Oriente (soprattutto dalla Corea del Sud), erano rimasti affascinati dalle tecniche di piedi delle Arti Marziali (in francese il termine “savate? significa infatti “ciabatta? e questo nome si riferisce alle ciabatte che i marinai francesi indossavano abitualmente all’epoca della sua nascita). Cresciuta negli ambienti malavitosi marsigliesi, la Savate si diffuse in seguito soprattutto nell’aristocrazia francese, raffinando le tecniche e donando eleganza al combattimento.

In realtà si dice che la vera origne sia italiana, o meglio genovese, e che dovrebbe chiamarsi Boxe genovese (in Italia la chiamavamo Boxe Libera) , se non fosse che poi i marinai francesi, apprendendo dai nostri marinai genovesi, diffondendola in Francia, sia arrivata poi agli aristocratici che la codificarono e la resero “francese” di fatto. Nella Savate è fondamentale possedere un’elevata fludità, precisione e resistenza. Come sport da comabttimento è forse il più tecnico e quello con il timo più intenso. Ancora oggi in Francia molte discipline da combattimento anche olimpiche, affidano i propri atleti ai preparatori della Boxe Francese (che sono professori stipendiati dal Ministero dello Sport), per preparare e far crescere i propri atleti in quella che è considerata dai veri esperti la scuola di combattimento in piedi per eccellenza.

Vengono insegnati due tipi di Savate: quella Classica e quella Romantica. La prima impiega solo pochi colpi: i calci sono bassi e non vanno al di sopra del ginocchio e le mani rimangono aperte e mira soprattutto all’autodifesa. La seconda utilizzava gli stessi colpi, ma portandoli a tutti i livelli: basso, medio e alto, e con un puro spirito ludico. Nel 1829 nacque il termine “Chausson? che identificava appunto la Savate Romantica, e che non indicava il combattimento da strada come per il termine Savate, anzi individuava una pratica sicuramente più nobile. Invece le tecniche di braccia usate sono le stesse usate nel pugilato: diretto, gancio e montante. Proibita dal fascismo durante la seconda guerra mondiale, poiché era consona tra le brigate partigiane, alla fine della guerra la Savate ricominciò a diffondersi. L’allenamento nella Savate tende a conferire leggerezza, eleganza, resistenza e velocità. I combattenti si distinguono di solito per l’eleganza ed equilibrio dei movimenti, la raffinatezza schermistica, oltre a considerare molto il pugilato e il continuo saltellare.è divenuta col tempo anche uno sport da combattimento.

Particolarità di tale disciplina è che i savateur indossano delle apposite scarpe rigide.

Class Details
Calendario